La mia pasta madre

domenica, gennaio 08, 2012

Quest'anno BabboNatale mi ha fatto un regalo davvero speciale. Non potendomi regalare un gatto e dopo mie insistenti preghiere mi ha fatto trovare sotto l'albero 100gr di fantastica pasta madre!


Proviene da una pasticceria ma non so in realtà che età abbia.
E così ho iniziato a prendermi cura di lei.... o meglio di lui!...... Snorky!
L'ho rinfrescato a dovere e messo in frigo perchè non potrò dargli da mangiare tutti i giorni.
Il primo esperimento è stato una focaccia, ma è servito soprattutto a prender confidenza.
Bisogna studiarlo e capire i suoi tempi. Ho così scoperto che Snorky ha bisogno di tempo per crescere e di caldo tepore per lievitare.
Così durante la seconda prova, con i dovuti accorgimenti, ha dato i suoi frutti!


Un buonissimo PanBrioche!
L'ho impastato la mattina secondo questa ricetta e lasciato lievitare tutto il giorno. A sera l'ho infornato ed il profumo che veniva dal forno....indescrivibile! Ha inondato tutta la casa, buonissimo!
Nel forno l'impasto si è alzato ed è cresciuto tantissimo.
Difficile descriverne il sapore, il profumo... la consistenza.... Con un po' di salame o una spalmata di marmellata: una vera delizia!

You Might Also Like

3 commenti

  1. ..mi sa che dovresti invidiarmi di nuovo, un gatto mi ha adottata, vien giornalmente su, dal balconcino e bussa alla veranda,entra,mangia, mi accarezza,mi coccola e poi mi manda a quel paese per andare a caccia...dimenticavo,mi porta anche i passerotti morenti..
    :-( ...non sai che sberle le ho dato !Il tuo pane sarà buonissimo!

    RispondiElimina
  2. posso farti da assaggiatrice di snorky?

    RispondiElimina
  3. Uh.. anche io chiedo da tempo un gatto.. o un cagnolinooo.. ma niente.. :-((
    ho la macchina per il pane.. ma la tua pasta madre noooo.. che buonaaaa
    ma a chi posso chiederla un pezzetto??

    RispondiElimina

Copyright Mopo©. Powered by Blogger.
«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»